«Accanto a Elia vindice (1Re 17,7-16), possiamo considerare, come in un dittico,
Elia amico dei piccoli e dei poveri
perché i due quadri stanno bene insieme:
il profeta che è forte e duro con i prepotenti,
si fa dolce, mite, tenero, affabile con i poveri e gli umili».
Carlo Maria Martini, Il Dio vivente. Riflessioni sul profeta Elia, 74.