"Il lavoro non è solo fonte di reddito, ma è anzitutto luogo che, al pari della preghiera, contribuisce alla santificazione della persona. Gesù con forza insegna la coerenza tra parola e vita. Nel vivere bene il proprio lavoro si testimonia la fede anche senza pronunciare nessuna parola. Sono i gesti a narrare l’interiorità. La gentilezza al posto dell’arroganza; la capacità di ascoltare al posto della presunzione di chi pensa di sapere tutto; l’autorevolezza al posto dell’imporsi col principio d’autorità; il fare bene la mansione affidata al posto della furbizia di chi cerca sempre di fare il minimo sindacale: sono questi solo piccoli esempi di uno stile evangelico con cui svolgere il lavoro".
https://www.chiesadimilano.it/news/chiesa-diocesi/preghiera-e-lavoro-un-binomio-possibile-267768.html?fbclid=IwAR3yMRCs_p-xu3HEe_gqX1SJB3BMCZfWN2t7YnSEY_MgnoWBLI8-yW3naUc