«Dimmi cosa pensi degli altri e ti dirò chi sei».
Alessandro Pronzato, Vangeli scomodi, 187