«Dovessimo cercare un paragone adatto al ruolo del predicatore, forse sarebbe giusto ricorrere all'immagine di un innamorato, che ogni domenica in cinque minuti spiega e rispiega ad altri amanti come e perché lui personalmente è stato preso da quel messaggio che ha appena letto. Che cosa lo ha catturato vitalmente del Vangelo. Come mai si è fatto convincere così profondamente da un certo Gesù di Nazaret».
Roberto Beretta, Da che pulpito. Come difendersi dalle prediche, 108