La pandemia sta diventando la ragione per non cambiare nulla, con espressioni del tipo: "L'anno scorso... in questi ultimi mesi... non abbiamo più potuto fare questa cosa o quest'altra, ma adesso che possiamo, torneremo a farla!".
Dalla data dei sacramenti dei bambini fino alle processioni, dagli eventi della "fede di massa" fino alle costruzioni... tutto come il "remoto prima", che era diverso dal "recente prima".
Maestri del triplo salto carpiato.
don Chisciotte Mc, 210612