"Per raccontare del genio, che dopotutto è un qualche miracolo della natura, occorre esserlo noi stessi o almeno, in qualche misura, avere la capacità di esprimere il suo personaggio con la forza del sentimento"

 


"Come Chiara e Francesco", p. 198