Tutti i giorni si mettono in fila e aspettano il loro turno per entrare in uno dei tanti "parador" di Buenos Aires. Lì, questi "spenti della vita" - come li chiama Valerio Bispuri, autore di questo reportage fotografico - troveranno un letto per dormire e un pasto caldo, prima di ricominciare una giornata senza fissa dimora e senza progetti.