«Bimbo, prendi il fucile e spara». Guardateli con attenzione perchè rappresentano l'altra faccia di un dramma. Sono occhi che hanno visto l'inferno e misurato la vita e la morte. Sono i protagonisti della mostra (in corso a Roma) "Bambini di guerra: l'infanzia spezzata", un viaggio tra i bambini soldato coinvolti e sfruttati nelle parti di mondo dove sono in corso i conflitti. Unadramma che passa troppo spesso inosservato ma che è al centro dell'interesse delle organizzazioni umanitarie.