Il violinista di Dooney

Come le onde del mare, come le onde del mare balla la gente quando suono il mio violino.

Mio cugino è prete a Kilvarnet, mio fratello è prete a Mocharabuiee.

Ma io ho fatto più di mio fratello e mio cugino: leggono nei libri di preghiere,

io leggo nei miei libri di canzoni che ho comperato alla fiera di Sligo.

Quando alla fine dei tempi noi ci presenteremo a Pietro, andremo da lui seduto in maestà,

allora lui sorriderà ai nostri tre vecchi spiriti, ma chiamerà me per primo oltre il cancello.

Perchè sempre allegri sono i buoni, salvo che per cattiva sorte,

e la gente allegra ama il violino, la gente allegra ama ballare.

Quando mi vedono arrivare, corrono da me tutti gridando:

"Ecco il violinista di Dooney!".

Vengono a ballare come le onde del mare.


William Butler Yeats (tradotto e musicato da A. Branduardi)