Weekend deleterio per gli adolescenti

Secondo uno studio europeo è nel fine settimana chei giovani oziano di più, complici televisione e computer

Gli adolescenti di oggi sono sempre più sedentari, ma è nel fine settimana che danno il peggio. Uno studio europeo, pubblicato sulla rivista Preventive Medicine, segnala in particolare che circa un terzo degli adolescenti guarda almeno due ore di televisione al giorno e che nei weekend si eccede anche del 60 per cento. E la vita sedentaria non giova di certo alla salute come ricorda un altro studio recente, pubblicato sulla rivista Medicine and Science in Sports and Exercise, dal quale è emersa una forte associazione tra le ore spese davanti allo schermo e la salute cardiometabolica. I nuovi dati sono stati raccolti nel più ampio studio europeo Helena. Gli autori, coordinati da Juan P. Rey-López dell'Università di Saragozza, hanno analizzato la prevalenza di comportamenti sedentari in più di 3.200 adolescenti di 10 città europee tra cui Atene, Roma, Stoccolma, Vienna e Saragozza. Ai giovani è stato chiesto di indicare il tempo dedicato quotidianamente a guardare la televisione, ai videogiochi, a navigare su internet nonché quello passato a fare i compiti. Non solo, gli esperti hanno valutato la disponibilità di pc, tv e console per i videogiochi nelle case e nelle camere da letto dei ragazzi. (...) I ricercatori hanno evidenziato anche delle differenze nelle attività sedentarie più gradite a maschi e femmine: studiare e navigare in rete sono risultati i passatempi principali delle fanciulle, mentre i ragazzi avrebbero una netta predilezione per i giochi elettronici.


Antonella Sparvoli