"Ogni violento presume di essere coraggioso, ma la maggior parte dei violenti sono dei vili.

Il nonviolento, invece, nel suo rifiuto a difendersi è sempre un coraggioso.

Lo scaltro, che adula il tiranno per trarne profitto e protezione, o per tendergli una trappola, non rifiuta la violenza bensì gioca con essa al più furbo.

La scaltrezza è violenza, doppiata di vigliaccheria ed imbottita di tradimento.

La nonviolenza è al polo opposto della scaltrezza: è un atto di fiducia dell'uomo e di fede in Dio, è una testimonianza resa alla verità fino alla conversione del nemico".

don Primo Mazzolari

Il testo completo tra i
nostri Testi.