«Noi siamo ancora, o Dio, stranieri e pellegrini sulla terra,
ma tu sorreggi la nostra incostanza
perché la fiducia nella gloria sperata sia viva sino alla fine,
quando lieti e rasserenàti
entreremo nel tuo riposo.
Per Cristo tuo Figlio, nostro Signore e nostro Dio,
che vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo, per tutti i secoli dei secoli».
Prima orazione della Messa
Lunedì della III settimana di Avvento - rito ambrosiano