«La fatica di amare ci chiede anche qualche sosta
che ci aiuti a non dare troppa importanza alla nostra presenza,
al nostro lavoro, a ciò che siamo e insegniamo,
per guardare con occhio libero e limpido
persone, culture, religioni e popoli
a cui la nostra vocazione ci manda:
se noi siamo dono per loro,
loro sono dono per noi,
un dono che bisogna saper riconoscere e apprezzare».
Franco Cagnasso, La forza della debolezza. Vangelo e missionari: un tesoro in vasi di creta