«Ci sono cose che non capisco
e a cui nessuno dà la minima importanza.
E quando faccio una domanda,
mi rispondono con frasi di circostanza, tipo:
"Tu ti fai troppi problemi, Michele",
"Tu ti fai troppi problemi, Michele",
"Tu ti fai troppi problemi, Michele",
"Ti fai troppi problemi, non te ne fare più"».
tratto da Caparezza, Cose che non capisco, 2011